Guida al tartufo

Come si pulisce

Come si pulisce

Il tartufo è un fungo che cresce sottoterra: va da sé che, al momento della raccolta, sarà ricoperto di terra. È buona norma che chi commercializza tartufi li venda già puliti, avendo cura di spazzolarli, anche se solo superficialmente. Innanzitutto per motivi di peso, che incide sul prezzo. Ma ancor di più per consentire a chi sta effettuando l'acquisto di verificare la qualità del tartufo. La terra, oltre a nascondere eventuali difetti, può essere portatrice di insetti o vermi di varia misura, che rischierebbero di rovinarlo.

Per tutti questi motivi, i nostri tartufi freschi sono venduti già ben spazzolati. Non li laviamo poiché questo processo potrebbe minarne la durata nel tempo. A te basterà, qualche ora prima di servirlo a tavola o di usarlo come ingrediente, pulirlo delicatamente – ma accuratamente – con una spazzola morbida di setola (come consistenza, va benissimo una spazzola da scarpe o uno spazzolino da denti, ovviamente puliti) bagnata con dell'acqua a temperatura ambiente. Il tartufo bianco non va mai immerso in acqua, cotto, né tanto meno bollito.

CALENDARIO disponibilità tartufi freschi

Tartufo di Alba
Tartufo Bianco d'Alba
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic

Dal 21 settembre al 31 gennaio

Scoprilo